Nike Dunk

✓  LIVRÉ AVEC UN CERTIFICAT D'AUTHENTICITÉ


Nike Dunk, dall'ombra alla luce

Una sneaker a lungo nell'ombra

Quando uscì nel 1985, tutto era al posto giusto perché la Nike Dunk fosse un successo: un designer di talento (Peter Moore), una silhouette ispirata alla Air Jordan 1 e

alla

Nike

Terminator e una campagna pubblicitaria diventata iconica, "Be True to Your School".

La Nike Dunk era originariamente chiamata 'College Color High' ed era disponibile in 12 colori per rendere omaggio alle 12 migliori squadre di basket del tempo (Syracuse, Georgetown, Arizona, Iowa, Georgia, Michigan...).

Eppure, la sneaker ha faticato a trovare il suo pubblico, che in gran parte ha preferito la Air Jordan 1, uscita lo stesso anno. In breve... la Nike Dunk è un flop.

Dal basket allo skateboarding, c'è solo un passo

destinato al momento della sua concezione per i campi da basket, la Nike Dunk incontrerà finalmente il successo negli anni '90 ... negli skatepark! Una svolta inaspettata che il marchio con lo Swoosh non si priverà di sfruttare.

Nike ha poi adattato la sneaker allo skateboard: la sua silhouette è stata accorciata, è stata rinforzata per offrire una migliore resistenza all'attrito contro la presa degli skateboard e una linguetta di nylon imbottita è apparsa per un maggiore comfort. Nel 2002, la marca ha addirittura creato una divisione interamente dedicata allo skateboarding: è nata la Nike SB (SkateBoarding) Dunk!

Molte collaborazioni divennero mitiche e contribuirono al successo del modello: Supreme, Stüssy, Concepts, Diamond Supply o Jeff Staple.

Sul lato marketing, il marchio cambia anche la sua filosofia: ora distribuisce le sue Nike Dunk nei negozi di skate e nei piccoli negozi specializzati piuttosto che nelle grandi catene di distribuzione e scommette sulla rarità dei modelli piuttosto che sulla quantità. È una piccola rivoluzione nel mondo delle sneaker!

La Nike Dunk, un ritorno in forze

Dopo un successo clamoroso nei primi anni 2000, la Nike Dunk è caduta gradualmente nell'oblio. Fu l'inizio di un lungo periodo nel deserto.

Ma la famosa sneaker non ha detto la sua ultima parola! Ha iniziato il suo ritorno nel 2017-2018 comparendo ai piedi di icone della moda come A$AP Rocky, Travis Scott e Frank Ocean.

Nike ha poi surfato sull'hype e ha fatto una serie di nuove collaborazioni: Parra, Supreme, Travis Scott o Comme des Garçons per la settimana della moda di Parigi.

Le scarpe da ginnastica sono diventate mitiche, seducendo un pubblico sempre più vasto. I giorni in cui la Nike Dunk era appannaggio di skateboarder e sneakerheads sono ormai lontani!

Dunk High o Dunk Low, questa è la domanda?

Da un lato, la Dunk High, con le sue linee retrò e la sua estetica caratteristica dei campi da basket degli anni '80. Dall'altro, la Dunk Low

, icona degli anni 90 e dei primi anni 2000, con il suo stile molto skateboard. Due classici, a ciascuno il suo!

Scopri anche le Air Jordan 1

! "Collezioni" }, { "@type": "ListItem", "position": 3, "item": { "@id": "https://kikikickz.com/collections/nike", "name": "Nike" } }, { "@type": "ListItem", "position": 4, "item": { "@id": "https://kikikickz.com/collections/nike-dunk", "name": "Nike Dunk" }] }