Il ritorno del non amato, Virgil Abloh fa rivivere le Air Jordan 2!

Virgil Abloh ravive la Air Jordan 2 !

I revival continuano a punteggiare il mercato delle sneaker, e alla fine dell'anno il Jumpman scatena il revival della Air Jordan 2. Il secondo modello di firma di His Airness sta anche facendo un ritorno dalla porta principale, sotto forma di un pacchetto in collaborazione con Off-White. Resta da vedere se Virgil Abloh riuscirà finalmente a mettere un po' di luce su questa silhouette, che è sempre rimasta all'ombra del resto della collezione Jordan.

L'Air Jordan 2, un posizionamento (troppo) audace

1986. Michael Jordan sta per iniziare la sua terza stagione NBA, che dovrebbe confermare il suo ritorno al top dopo un infortunio al piede. Nike, dopo il successo del suo primo paio di firme, l 'Air Jordan 1, ha inventato un nuovo modello per lui con l'Air Jordan 2. Progettata da Peter Moore, il designer della AJ1 , con il supporto di Bruce Kilgore, il designer della Air Force 1 , la silhouette ha un vero e proprio bias stilistico.

È il risultato di un chiaro desiderio di rendere l'Air Jordan 2 la prima b-ball di lusso. Una coppia che si comporta bene sul campo ed è alla moda allo stesso tempo. Così è portato da un design raffinato e da una concezione "made in Italy", tra pelle premium e carré con un motivo rettiliano, che gli farà guadagnare il soprannome di "Italian Stallion". Non abbastanza per convincere il principale interessato a tutto ciò, né il grande pubblico...

La "pecora nera" del catalogo Jordan

Michael Jordan può aver avuto una stagione folgorante con le Air Jordan 2 ai piedi - con una media di 37,1 punti a partita, la sua più alta di sempre - ma non gli piaceva il modello, che trovava troppo pesante e sgraziato. In un segno delle cose a venire, artisti del calibro di Peter Moore e Bruce Kilgore sono stati successivamente abbandonati dal team di design di Jordan in favore di Tinker Hatfield, che era responsabile di mantenere MJ, che stava seriamente pensando di lasciare la società, alla Nike in quel momento.

Il pubblico ha anche evitato le Air Jordan 2, nonostante un buon inizio dovuto agli exploit di Sua Altezza. La ragione di ciò potrebbe essere stata esterna al design: a causa del suo design, la coppia costava ben 100 dollari, una grande somma per l'epoca e una grande differenza dalle Air Jordan 1, che inizialmente venivano vendute per 65 dollari. Inserita tra quella prima leggendaria silhouette e i successivi disegni di Tinker Hatfield, la Air Jordan 2 è stata descritta come la "pecora nera" del catalogo Jordan.

Presto la consacrazione?

Nonostante questo, l'Air Jordan 2 è una delle prime coppie ad essere retrofittate da Jordan, con le due colorway OG delle sue versioni High e Low rieditate nel 1994. Ma sembra che nulla era facile per il modello, rimarrà un decennio nel baratro. Si dice che Nike abbia smarrito gli stampi originali in questo periodo, impedendone la riproduzione... Si ritroverà con assiduità dal 2004 in poi, anche attraverso edizioni speciali come quella di Carmelo Anthony e Doernbecher, o le collab con Eminem e Don C. Non abbastanza per permettergli di assaporare il successo della stima.

Riuscirà Virgil Abloh a invertire la tendenza? Alla fine del 2021, è infatti il serial hitmaker che lancia il revival delle Air Jordan 2 con versioni Low dalla suola consumata e screpolata, un design ispirato a un archivio. Dopo Off-White, il rivenditore Union così come l'artista J Balvin reinterpreterà il modello, che il Jumpman sembra deciso a spingere. È una meritata, per il non amato della gamma. Perché se la sua storia parla di fallimento, l'Air Jordan 2 non era semplicemente troppo avanti rispetto al suo tempo? Mescolare prestazioni e stile di vita, tecnologia e design di lusso, era un approccio veramente all'avanguardia nel 1986 che risuona oggi. Vale la pena avere un'altra possibilità.


2 commentaires


  • Ferjani

    Trop beau


  • ISSAMGUi

    Super


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati