Patta, l'istituzione di sneaker e streetwear dei Paesi Bassi

Patta, l'institution sneakers et streetwear des Pays-Bas

Patta x Nike, il ritorno! In occasione dell'uscita della loro Air Max 1 Monarch, diamo uno sguardo alla storia dell'entità olandese, un rivenditore di sneaker raddoppiato con un marchio streetwear che è tra i più prolifici collaboratori. La sua storia e il suo stile unico gli hanno fatto guadagnare lo status di istituzione.

Patta, l'intraprendenza degli sneakerheads

Patta è stata fondata ad Amsterdam nel 2004. Il suo nome significa 'sneaker' in un dialetto del Suriname, la patria dei fondatori Edson Sabajo e Guillaume Schmidt. Queste due figure della scena hip-hop di Amsterdam sono infatti degli sneakerheads, che hanno individuato la mancanza di offerta sul loro territorio e l'hanno trasformata in un business

.

È così che Patta ha iniziato: i due fiancheggiatori andavano in viaggio negli Stati Uniti e portavano indietro i calci che non erano disponibili nei Paesi Bassi, che vendevano nel loro negozio nel centro della capitale olandese senza avere un conto con i produttori di attrezzature.

Il

successo immediato li attira presto: nel 2006, Patta diventa collaboratore di Nike

, punto di partenza di una ricca storia che continua ancora oggi.

Una storia con Nike fatta di coppie leggendarie

La prima coppia Nike co-firmata da Patta

, una Air Max 90 "Homegrown Grass" con una dettagliata tomaia verde, è già mitica. Simboleggia ciò che farà il successo del negozio tra gli sneakerheads, un approccio creativo assertivo tradotto da combinazioni di colori insoliti, mix di materiali originali e riferimenti alla cultura urbana. È spesso visto come un'illustrazione del collaboratore ideale, che infonde la giusta quantità del suo DNA rispettando quello del suo alter ego.

Il metodo si ripeterà instancabilmente, come nel 2009 con un pack di Air Max 1 per il suo quinto anniversario, un "Cherrywood" elaborato con il rinforzo dell'artista Parra, Air Max 95/90

... Fino al suo nuovo pack che fa rivivere il suo glorioso passato perché è ancora basato sull'AM1, rivisitato questa volta con un parafango a forma di onda.

style="display: block; margin-left: auto; margin-right: auto;">

Una cofirma sempre richiesta

Il "Patta touch" non si limita a Nike. Anche gli altri principali produttori di sneaker game hanno fatto appello a lui, ma anche a quelli più riservati, dando vita in tutti i casi a modelli tanto sorprendenti quanto qualitativi: quello con ASICS è il più notevole, davanti a Mizuno, Diadora, Reebok, New Balance, Vans, KangaROOS, Pro-Keds... Ad oggi, Patta conta circa sessanta uscite di calzature.

Parallelamente a questa attività, Patta ha anche lanciato il suo marchio di streetwear nel 2011. Anche il suo stile che celebra gli anni 90-2000 ha parlato a molti, e le sue collezioni sono ora distribuite in tutto il mondo. Anche qui, ci sono molte collaborazioni di prima classe - Carhartt WIP, Stüssy, CP Company o Tommy Hilfiger - come altro segno della sua aura.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati